L'ORTOGNATODONZIA

che cos'è

L’ortognatodonzia è una branca dell’odontoiatria
che tende a correggere le malformazioni delle
ossa mascellari e le anomalie di posizione dei denti
per il danno che queste alterazioni possono
provocare sull‘estetica del volto e sulle funzioni respiratorie e masticatorie.

Si occupa di prevenzione, diagnosi e trattamento dei denti e delle ossa facciali.
L’età consigliata per la prima visita dal dentista è 3-4 anni.
Il dentista può intercettare eventuali disarmonie dento- scheletriche che devono essere corrette al più presto.
Occorre interrompere abitudini viziate e funzioni anomale dell’apparato stomatognatico.

Gli apparecchi intercettivi che si possono utilizzare a partire dai 4 anni di età sono molteplici ed indicati per la correzione di tutte
le classi scheletriche, favorendo la crescita dento-facciale corretta.
I dispositivi funzionali agiscono interrompendo le abitudini viziate quali deglutizione infantile, respirazione orale, postura mandibolare,
suzione del pollice. Correggono anche le deviazioni delle linee mediane, cross-bite trasversale, morso aperto anteriore.
Utilissimi come mantenitore di spazio per perdita precoce dei denti decidui e per digrignatori dentali (bruxistiI).

APPARECCHI INVISIBILI

Sono un’alternativa agli apparecchi ortodontici tradizionali
indicati nei soggetti giovani e negli adulti per i requisiti
estetici elevati.
E’ una tecnica di allineamento dei denti che utilizza
mascherine in resina trasparente.

ORTODONZIA FISSA TECNICA

Attua una terapia a forze superleggere che permettono
gli spostamenti solo dei denti ma, grazie al
bassissimo traumatismo sui capillari, anche della
struttura ossea. Questo provoca un ampliamento
fisiologico dei mascellari oltre che delle arcate dentarie.